Home
Sudcritica
=25 APRILE E 1° MAGGIO A MODUGNO. I PADRONI RESISTENTI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 29 Aprile 2012 17:08

 

quartiereL’invasore mascherato

di Nicola Sacco

____________

Raggelante celebrazione del 25 Aprile a Modugno. Un corteo sfida per le strade cittadine come un idra a tre teste: ogni testa in cosiddetta rappresentanza delle istituzioni locali. Il sindaco Domenico Gatti, il consigliere provinciale Giuseppe Rana, il consigliere regionale L’Innominato.

 

 

 

la tribuna dei comizi a Modugno e il vuoto del 25 aprile. foto Sudcritica


Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Aprile 2012 16:13
 
=28 APRILE - GIORNATA MONDIALE VITTIME AMIANTO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 24 Aprile 2012 21:10
   

Un promemoria per gli amministratori che guardano altrove

 

Campagna informativa contro l'amianto della Webcommunity di Arte e Poesia Anforah

 

            


    

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2012 23:33
 
=DUE PAROLE MIE A PALMINA MARTINELLI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 24 Aprile 2012 20:10

Panoramica_

"piazzetta Palmina" a Fasano - foto Covella/Sudcritica

 

L'atto di accusa di una bambina che si volle rimuovere

come il gesto di una strega.

 

di Francesca Di Ciaula

___________________

 

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2012 21:56
 
=PIAZZETTA PALMINA A FASANO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 23 Aprile 2012 19:09

cerimonia_1

Nella foto Sudcritica, il parroco don Vito, Mina Martinelli, Nicola Magrone, Lello Di Bari

 

PALMINA MARTINELLI: COMUNE LE DEDICA VIA, FU VITTIMA VIOLENZA

BRUCIATA VIVA A 14 ANNI PER RIFIUTO PROSTITUIRSI, TARGA A FASANO

CRO - 2012-04-23 15:35

(ANSA) - FASANO (BRINDISI), 23 APR - Palmina Martinelli non é una vittima in attesa di giustizia, "é in attesa di un risarcimento per l'ingiustizia che le è stata fatta": lo ha detto Nicola Magrone, che fu pm nel processo per l'omicidio di Palmina Martinelli, arsa viva a 14 anni per aver rifiutato di essere avviata sulla strada della prostituzione. Magrone, che con l'aiu to dei medici rianimatori, registrò le ultime dichiarazioni di Palmina Martinelli, ha partecipato oggi alla cerimonia che si è tenuta a Fasano per intitolare a Palmina Martinelli una piazza adiacente al Comando della polizia municipale. "Largo Palmina Martinelli (1967-1981) giovane vittima di crudele violenza" è scritto sulla targa scoperta da Magrone insieme col sindaco, Lello di Bari, e con una delle sorelle di Palmina, Giacomina. Alla cerimonia hanno partecipato anche i ragazzi dell'associazione antimafia 'Libera' che da alcuni anni ha inserito il nome della quattordicenne tra quelli delle vittime dell'omertà e della mafia, sottolineando che "in punto di morte Palmina pronunciò il nome dei suoi aguzzini, ma quella voce ridotta a un filo dall'agonia non fu ascoltata da nessun giudice". Magrone ha ripreso queste considerazioni di 'Libera' ricordando un giudizio che egli diede dopo le assoluzioni: "Se si fosse trattato della figlia di  un giudice - dichiarò - Palmina sarebbe stata creduta". L'iniziativa del Comune - ha detto ancora l'ex pm - "é un gesto di altissimo valore morale e civile; esso, onorando Palmina, onora la comunità di Fasano, il sindaco e l'amministrazione".

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Aprile 2012 20:51
 
=FASANO, PIAZZETTA PALMINA MARTINELLI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 09 Marzo 2012 23:38

1276692362735MartinelliPalmina_video

Lunedi 23 aprile 2012 alle ore 11 il Comune di Fasano intitolerà a

Palmina Martinelli

"vittima della violenza e del degrado sociale (1967-1981)"

una piazzetta della città.

E’ un gesto che Sudcritica, il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione e Popoli & Costituzioni fondazione onlus giudicano di altissimo valore morale e civile; esso, onorando Palmina, onora il Sindaco, l’Amministrazione e la comunità di Fasano.

 

 

[…] la madre fa la vita a Martina; mi voleva portare lì; io non ci volevo andare; mi ha detto: “tu morirari con le mie mani”; ho detto io: ammazzami ma io con te non ci vengo. Allora, da quel giorno hanno fatto un sacco di dispetti… lettere; dicevano che mamma invece di andare a lavorare andava per la strada. Ora mi hanno fatto questo sfregio; se guarisco mi ammazzeranno. Mi hanno dato la varichina molto tempo fa. Ho quindici anni e della vita mi sono stancata; vorrei soltanto morire nelle braccia di Cristo che mi aspetta

 

Dichiarazione di Palmina al Pubblico Ministero. Dalle pp. 132-133 del libro Il processo a Palmina - FATTI TUOI - cronaca di un omicidio negato, edizioni dall’interno-Sudcritica, Bari 1984


IL COMUNICATO DEL COMUNE DI FASANO

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Aprile 2012 19:43
 
=I BAMBINI DETENUTI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 16 Aprile 2012 12:51

 

Quando scopriranno la libertà i bambini detenuti?

Comunque, tardi

di Tony Tundo

__________

bambini_detenuti

Allora, se le leggi ci sono ma vanno solo applicate, perché se è stata approvata una che finalmente rispetta la dignità della madre e del bambino (e perciò della famiglia e della società) non può essere applicata subito? Quanti destini cominceranno a disegnare il proprio profilo attraverso gli occhi attenti, e già adulti senza infanzia, dei bimbi “ristretti”? Quanti figli, anche neonati, ancora entreranno in carcere fino al 2014 (sempre che questa data non slitti, come è notoriamente fisiologico da noi)?

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Aprile 2012 13:17
 
=PILLOLE DI MONTI. QUEST'UOMO DEVE MOLTO A BERLUSCONI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 12 Febbraio 2012 20:35

' "Si immagini se bacchetto la Merkel... Su questo ci sono stati un po' di equivoci, forse perché in Europa non c'é molta abitudine ad assistere ad un dialogo sui contenuti di qualcuno con la Merkel, ma la conosco da tanti anni e ho grandissima considerazione per lei".

 

' "Se mi sono avvicinato alla cosa pubblica è perché nel 1994 Berlusconi, appena nominato presidente del Consiglio mi ha chiesto se volevo fare il commissario europeo. Quando ho accettato ero un professore e in quel periodo si era scritto sui giornali che io potevo entrare nel cda della Rai. Quando decisi di accettare il ruolo in Europa molti giornalisti mi chiesero come mai avessi accettato visto che per me c'era la possibilita' di un posto nel cda della Rai. Come e' cambiata e per il meglio la percezione che si ha dell'Europa''.

 
=SCANDALI. IPOCRISIA SENZA LIMITI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 10 Aprile 2012 19:14

I_TRESono insopportabili quando apprendono con sgomentoBOSSI_SCANDALO

ciò che loro fanno e tutti noi sappiamo da anni che fanno.

E ci tocca affidarci a loro per i rimedi urgenti

 

Il cosiddetto “scandalo Lega”  è insopportabile quanto lo “scandalo Margherita” quanto lo stesso “scandalo finanziamento pubblico dei partiti”.

Nulla è però paragonabile al rivoltante moralismo di quelli che tutto sapevano e tutto tacevano e tutto prendevano. Giornali e televisioni sono pieni zeppi di biografie del figlio di Bossi e dell’amica di Bossi che vice-presiede il Senato, mica il club dei cercatori di funghi. E riportano, senza timore del ridicolo e del ributtante, solenni dichiarazioni dei leaders dei partiti, tutti, nessuno escluso, insomma di quelli che hanno preso milioni di euro e dicono di averne speso solo un terzo e che il resto se lo sono tenuto; e che promettono interventi urgenti per sradicare il malcostume e il malaffare intorno al danaro pubblico.

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Aprile 2012 13:29
 
=ORA LA GERMANIA CI RIFA PURE LA COSTITUZIONE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 11 Dicembre 2011 14:18

La Germania decide, l'Europa dispone, l'Italia esegue.

Il Parlamento italiano sta per approvare la riforma costituzionale con la quale si introduce, appunto, nella Costituzione il cosiddetto  "vincolo di bilancio".

 

Il grappolo di articolI che vengono manomessi è il seguente:

Ultimo aggiornamento Sabato 07 Aprile 2012 14:52
 
=QUANTI MODUGNESI LOTTANO CONTRO LEUCEMIA, MALATTIE DELLA TIROIDE, LINFOMI?= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 31 Marzo 2012 13:16

per_macinaUna domanda precisa di Raffaele Macina ed una risposta-comizio dell'assessore all'ambiente

 

Sempre più spesso, parlando con alcuni amici, soprattutto con quelli che, per professione o per impegno sociale, hanno quotidianamente intensi rapporti con fasce ampie della popolazione, il discorso cade e ricade sui numerosi casi di leucemia, di malattie della tiroide e di linfomi che si verificano a Modugno. E’ sufficiente che ognuno di noi guardi un po’ nella cerchia dei suoi conoscenti, per verificare come le tre patologie colpiscano dappertutto e fra tutte le fasce d’età, anche in quelle più giovanili”.

Ultimo aggiornamento Domenica 01 Aprile 2012 19:44
 
=SAN GIULIANO. PAGANO SEMPRE LE VITTIME= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 01 Aprile 2012 12:36

scuola_s.giuliano

Lo Stato ha promesso

ma ha dimenticato i bambini

di San Giuliano e la loro maestra

 

 

"Sono trascorsi 3 anni (febbraio 2009) da quando la Corte d’Appello di Campobasso ribaltava la sentenza di primo grado e condannava gli imputati, in solido con il Comune di San Giuliano di Puglia, al pagamento delle provvisionali alle parti civili.

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Aprile 2012 00:00
 
=EX CEMENTERIA DI MODUGNO. MA L'ASSESSORE STUDIA TUTTI I MALI DEL MONDO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 29 Marzo 2012 13:54

cementeria_PER_PECORA_NERADall’estate 2011 Sudcritica e Italia Giusta secondo la Costituzione hanno intrapreso una campagna per vederci chiaro nei gravi pericoli che rappresenta la ex cementeria di Modugno, stabilimento industriale abbandonato da anni e infestato di amianto - tonnellate e tonnellate, dicono atti ufficiali - che, a dispetto di tutte le norme di sicurezza della legislazione italiana, dalla primavera 2011 viene sistematicamente smantellato ‘a cielo aperto’, senza controlli. Il pericolo non sta solo nell’ex stabilimento ma in tutta l’area circostante compresi un “laghetto” e cave di calcare. La campagna di Sudcritica e di Italia Giusta, culminata in una denuncia penale fatta nel gennaio 2012 alla procura della Repubblica, insieme con i Verdi, si è scontrata sinora contro il muro di gomma della precedente amministrazione comunale e dell’attuale, sua degna epigona . Dalla fine di febbraio 2012, all’assessorato all’ambiente è stato nominato un nuovo assessore, Agostino Di Ciaula, medico e ambientalista. La sua nomina ha rappresentato per non pochi cittadini di Modugno la speranza che finalmente si potesse intervenire d’urgenza su situazioni sino ad allora fatte incancrenire nel silenzio. Ma i primi passi dell’assessore non sembrano assecondare questa speranza, anzi - salvo che nella declamazione della sua personale vocazione ambientalista e nelle ripetute dichiarazioni di totale disponibilità al dialogo con tutte le articolazioni della società - essi perpetuano il sistema autorefereniale della precedente e dell'attuale amministrazione comunale. Con la precisazione che il ruolo del nuovo assessore sembra sempre più "speso", trasversalmente, da un grappolo di partiti di Modugno per ovattare la gracilità del governo cittadino anche per vicende giudiziarie di particolasre gravità.

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Marzo 2012 20:40
 
=LETTERA APERTA ALL'ASSESSORE ALL'AMBIENTE DI MODUGNO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 05 Marzo 2012 19:06

fotoricordoLei si definisce con orgoglio "medico dell'ambiente" e vuole prevenire più che diagnosticare e guarire. Lo faccia: riguardi le carte ed apra i cancelli della ex cementeria, ci entri dentro, con i suoi piedi e con i suoi occhi. Noi siamo lì fuori; l'aspettiamo, in libertà e fuori dagli intrighi del suo nuovo piccolo palazzo.

 

Lettera aperta all’Assessore all’ambiente del Comune di Modugno

Agostino Di Ciaula

Lei certamente sa e ricorda che il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, e prima la rivista Sudcritica, hanno posto e imposto all’attenzione del Comune e della popolazione di Modugno il drammatico problema dell’inquinamento da amianto dentro e fuori dell’area della ex cementeria.

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Marzo 2012 19:46
 
=A MODUGNO NEMMENO L'AMIANTO SCUOTE I CITTADINI. IL MIRACOLO DI UN'AMMINISTRAZIONE AUTOSOSPESA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 05 Febbraio 2012 12:31

Immagine1Una comunità che non vede, non sente e non parla.

 

di Francesca Di Ciaula
__________________

foto Buttiglione/Sudcritica

 

C'è oggi quest'aria che tira tra la gente. Disagio e inquietudine per uno Stato che si  presenta col volto arcigno dell'esattore, distante dalla vita privata dei cittadini e per la gran parte frutto dell'incapacità delle nostre classi dirigenti. D'altro canto la cosiddetta casta e i suoi privilegi  sono sotto gli occhi di tutti e il Parlamento sembra essere la casa di lobby e gruppi di potere arroccati su se stessi. Lo si è toccato con mano sulla questione delle riduzione degli stipendi dei parlamentari. Rischia di traballare pericolosamente la fiducia nello Stato come garante di forme democratiche di coesione sociale e accesso ai diritti di cittadinanza. E  che dire poi della fiducia nell'impegno civile e nelle idee che muovono il fare politica?

Li vediamo da sempre, i partiti e gli uomini che li rappresentano, sempre più incredibilmente agitati da farsesche parole, atti spesso lontani dalle questioni urgenti del lavoro e delle forme di rappresentanza sociale, dell'accesso alle opportunità e a condizioni sociali dignitose. Ma quando lo sguardo si ferma sul vicino, il paese in cui  viviamo, allora ci sembra di capire meglio questo momento, prendere il metro delle cose, e allora il partitismo, autoreferenziali atti e comunicazioni degli amministratori locali, false contrapposizioni di gruppi politici, ci paiono più comprensibili.

Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Marzo 2012 20:39
 
=I RIFIUTI A PERDERE DI MODUGNO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 11 Gennaio 2012 13:57

rifiuti_modugno

I paesi-discarica della provincia di Bari

L’exploit negativo di Modugno

 

l'avveniristica idea dell'amministrazione di Modugno per il ghetto storico

ed un esempio di differenziaione certosina

 

le foto sono di Sudcritica del 12.1.2012

A che punto siamo con la raccolta differenziata dei rifiuti da queste parti?  A leggere i dati sul portale ambientale della Regione Puglia, assessorato all'ecologia, dovremmo identitariamente sentirci nel Sud d'Italia, non per condivisione di valori ma di problematiche e abiti mentali distorti.

Qui a Modugno la raccolta differenziata raggiunge solo una modestissima percentuale del 15, 49 dei rifiuti solidi urbani, accanto al restante 84,51% di indifferenziata, una situazione non molto lontana dalla media regionale del 17,94% di raccolta differenziata.

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Gennaio 2012 20:29
 
=RACCOLTA DIFFERENZIATA A MODUGNO. UNA METODICA DA ESPORTARE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 13 Marzo 2012 21:21

rqaccolta_differenziata_a_Modugno 

 

 

 

 

Raccolta diferenziata a Modugno. Accade oggi marzo 2012 mentre ferve il dibattito tra gli ambientalisti e il Comune su come esportare in Europa questa originale metodica.

 

 

 

 

 

 

 
=COSE DI MODUGNO. LA SCOPERTA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 01 Marzo 2012 10:38

logo_movimentoIn un tripudio di comunicati grondanti rammarico, dispiacere e amarezza da far impallidire le pagine dei necrologi sui quotidiani, si dimettono uno alla volta, l'ultimo quello di Sel. Rammarico, dispiacere e amarezza comunque scarichi di ogni efficacia, espressi quindi in una logica di mera ostentazione del dolore. La spettacolarizzazione del dolore.

In breve: a Modugno sono di  moda le dimissioni (il vice sindaco, l'assessore alle questioni sociali, l'assessore alla viabilità): comunque, da qualcosa. L'ultima (da Sel) è connotata dalla elaborazione di un voluminoso dossier di accuse al sindaco (che il dimissionario ha sostenuto prima durante e dopo le votazioni) e al suo stesso partito che di democrazia non capirebbe nulla. Chi poteva immaginare tanto dolore dietro alle bandiere elettorali che ci indicavano il futuro? Essi, dunque, sapevano di sé quello che noi potevamo solo sospettare.

 

Avviliscono e allo stesso tempo divertono le scelte che, da qualche mese a questa parte, compiono alcuni (forse molti, anzi troppi) attori da strapazzo della scena politica modugnese. Essi si dimettono. Si dimettono ormai da qualsiasi cosa e lo fanno sempre un minuto più tardi, quel tanto che basta per evitare qualunque scossone, con quella squisita accortezza che sventa ogni possibile terremoto, con quella toccante premura che non consente né inversioni di rotta né declino dell’attuale assetto di potere. Democratici che si autosospendono, vicesindaci che lasciano, assessori che rinunciano, partiti ‘votatissimi’ che ammutinano maggioranze prima bulgare e adesso appena fortissime, coordinatori di circoli cittadini che si accomiatano con la morte nel cuore. Il tutto in un tripudio di comunicati grondanti rammarico, dispiacere e amarezza da far impallidire le pagine dei necrologi sui quotidiani. Rammarico, dispiacere e amarezza comunque scarichi di ogni efficacia, espressi quindi in una logica di mera ostentazione del dolore. La spettacolarizzazione del dolore (nella politica locale). Ci mancava questa ma oggi ce n’è abbastanza da organizzarci un nuovo partito. Il quale avrebbe pure una bella forza dirompente se solo si proponesse di contrastare per davvero le forze dominanti nel paese.

Ultimo aggiornamento Giovedì 01 Marzo 2012 18:44
 
=CHI ORDINO' DI SPARARE SUL MOTOPESCHERECCIO S. ANTONY?= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 22 Marzo 2012 00:19

La strana presenza di militari italiani sulla nave Lexie


nave_lexie

 

 

lettera aperta di Falco Accame*

al Presidente della Repubblica
        ___________________________________

 

Signor Presidente,

 

Prendo spunto dalla dichiarazione letta ieri (18/03/12) sul Corriere della Sera del Sottosegretario agli Esteri Staffan de Mistura, “tutti possono sbagliare, anche i migliori marinai del mondo”, e dalla notizia secondo cui verrebbe (mi permetto di aggiungere “finalmente”) interrogato il Comandante della nave Lexie (visto anche che il suo avvocato ha dichiarato che il Comandante è estraneo alla vicenda) per sue eventuali responsabilità nell’ordine di usare le armi. Anche se lo scrivente ritiene che si debba prestare assolutamente fede alle dichiarazioni rese dai nostri sottufficiali del San Marco e anche della Marina Militare, secondo cui i colpi di arma da fuoco sono stati sparati non nei riguardi del peschereccio S. Antony, ma di altra imbarcazione che tentava un arrembaggio e che aveva a bordo uomini armati, tra l’altro visibili perché era di giorno.

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Marzo 2012 00:53
 
=LA GIUSTIZIA CHE AIUTA GLI ANIMALI. BENVENUTA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 29 Marzo 2012 12:23

lav 

 

parole chiare

 

Nessun animale può essere maltrattato,

nemmeno nei circhi e negli zoo.

Lo dice la Cassazione

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Marzo 2012 12:35
 
=BARI. LA QUESTIONE MORALE E LE COZZE RICICLATE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 20 Marzo 2012 21:32

campaninichiariLa seconda primavera dei fratelli De Rege

 

Leggiamo sul Corriere della Sera di ieri 19 marzo, a pagina 10, un articolo dell’inviata a Bari Virginia Piccirillo: il titolo è: Politica. Le indagini. Il Pd scarica Emiliano “maschera di lobby”.

L’anatema non è degli avversari del sindaco Michele Emiliano ma addirittura del segretario pugliese del Pd Sergio Blasi. Il quale rimprovera a Emiliano, presidente regionale dello stesso partito oltre che sindaco di Bari, queste semplici cose: “Basta con l’ ipocrisia, più pelosa delle cozze. Emiliano era diventato la maschera di gruppi di interesse”.

Abbiamo capito bene? Speriamo di no.

Ma quello, Blasi, continua: “E’ inaccettabile leggere che i De Gennaro intervenissero a gamba tesa, partecipando in maniera attiva alle primarie del Pd”.

Domanda: è davvero il segretario regionale del Pd che parla o l’inviata del Corriere farnetica?

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Marzo 2012 22:03
 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 Succ. > Fine >>

Pagina 21 di 23

Sudcritica Flash

==MARIO MARANGI, PER L'EXTRAVERGINE DI PUGLIA 'CREARE RETE' TRA I PRODUTTORI=Le ‪‎difficoltà‬ ma anche le grandi ‪opportunità‬ dei ‪‎produttori‬ ‪‎oleari‬ che puntano all'‪‎innovazione‬ e alla ‪‎qualità‬, in ‪Puglia‬ come a Modugno‬.
‪‎Investire‬ nell'‪olivicoltura‬ significa anche ‪valorizzare‬ il ‪territorio‬ e il tessuto‬ ‪sociale‬.
Ecco le ‪sfide‬ che affrontiamo noi ‪giovani‬ ‪‎imprenditori‬ ‎agricoli‬.
[v.in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=IL COMUNE DI MODUGNO ABBATTE IL 'MURO'. LO ACQUISTO' COME OPERA D'ARTE, LO DISTRUGGE COME BAGNO FATISCENTE=
di Francesca Di Ciaula.Il 2 febbraio scorso, in piazza Romita Vescovo, un tempo adibita a mercato del pesce, sono iniziati i lavori di demolizione della parete adiacente ai bagni pubblici.
La motivazione è presto detta: sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità, fatiscenza delle strutture. Il tutto per una spesa di 35 000,00 €.
La parete ricoperta di marmo nero, fu costruita a ridosso della chiesa seicentesca delle Monacelle in pieno centro storico, per nascondere un bagno pubblico, alla vista di chi sostava nella piazzetta. Una visione dai contrasti indicibili. Un monolite scuro e dietro la parete chiara dell'antica chiesetta. L'antico e il nuovo, maldestro tentativo di dare dignità al piastrellato che ha invaso il paese, eppure opera pubblica. La modernità imposta per capriccio o arbitrio, il marmo contro la pietra povera antica. Oggi ulteriore denaro pubblico è stato impiegato per distruggere quel manufatto a nessuno mai piaciuto per la sua manifesta volgarità.

[v.leggi tutto in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=ITALIA GIUSTA, IL COMUNE DI MODUGNO BLOCCHI LO 'SFRATTO' DELL’ISTITUTO DEL NASTRO AZZURRO=
di Tina Luciano.

Il movimento Italia Giusta secondo la Costituzione sollecita il Commissario prefettizio a Modugno perché blocchi lo ‘sfratto’ dell’Istituto Nastro Azzurro fino a quando sarà pronta la nuova sede ad esso destinata, in locali comunali che oggi ospitano i Servizi sociali.Il Museo e le Associazioni combattentistiche raccolte nell’Istituto custodiscono oggi le poche tracce esistenti di una memoria collettiva di Modugno, perse le quali va definitivamente in frantumi l’identità dell’intera città.
Un luogo della memoria va protetto e tutelato: insistere nel volerlo ‘sfrattare’ ha il sapore iconoclasta della provocazione, del voler far apparire come insensibile al bene pubblico una pubblica amministrazione che deve invece avere a cuore unicamente le esigenze sociali.

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CONSUMO DI SUOLO E COMUNITA' SENZA IDENTITA'. INCONTRO CON GIUSEPPE MILANO=
Il 23 gennaio 2015. Sono intervenuti Pasquale De Santis e Nicola Magrone."Contro il mostruoso consumo di suolo in tutta Italia, serve una mobilitazione dei cittadini, una coscientizzazione che ci faccia capire che la cementificazione costante ha un forte impatto sociale, significa alienazione, perdita di coesione della comunità, significa che non esiste più un'identità delle nostre città. Sentiamo spesso dire che si vuole 'costruire il futuro': ma lo si dice a vuoto, mentre si perpetuano questi atteggiamenti di noncuranza e di malapolitica. Costruire il futuro significa cominciare a far le cose per bene ogni giorno nelle nostre città. Quel che è successo a Modugno lo sapete voi, non ho titolo per parlarne ma parlano i fatti. Basta col dire che edilizia e urbanistica vanno visti come motore dello sviluppo, se poi sappiamo che servono per creare solo lo sviluppo di pochi... basta!"

Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=SOVRANITA' NAZIONALE
MONETARIA
E DEBITO PUBBLICO=

Serafino Pulcini/
Mino Magrone

Monete-antiche-riportate-alla-luce-in-uno-scavo-archeologico


_________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON GIUSEPPE DI CIAULA=
Il 9 gennaio 2015. Coordinamento, formazione, esercitazioni, sicurezza sono i cardini di una buona protezione civile.Fondamentale un piano dettagliato di intervento, con volontari professionali i quali - quando dovessero verificarsi emergenze - sanno che fare ma non usurpano i compiti dei professionisti. Partecipano il presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, Pasquale De Santis, e Francesca Di Ciaula, della segreteria del movimento.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON WILLIAM FORMICOLA=
Il 12 dicembre 2014, su ''Stato di salute del territorio italiano e ruolo della protezione civile''.Al centro dell'intervento, le azioni che gli amministratori devono compiere per prevenire, e per intervenire nel verificarsi di emergenze; gli effetti della mano dell'uomo sull'aggravamento dei rischi, i pericoli legati al consumo del territorio e al costruire senza regole. E' intervenuto il presidente di Italia Giusta, Pasquale De Santis.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[in Sudcritica Modugno]

=POLITICA E CONSENSO=

=LA POLITICA
DELLE LOCUSTE=

locuste-madagascar


se si vuole tentare
un recupero
delle regole
che tutelino tutti,

bisognerà scontentare
i gruppetti di interesse
che si concentrano come locuste
intorno al patrimonio pubblico

di  Tina Luciano
__________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CULTURA, SCUOLA E
TERRITORIO E LA 'NUOVA'
FIERA DEL CROCIFISSO
A MODUGNO=

seminario IG di ciaula longo lobaccaro

Per i Seminari di Italia Giusta
secondo la Costituzione,
incontro - il 21 novembre 2014 -
col musicista dei Radiodervish
Michele Lobaccaro
e con Francesca Di Ciaula
e Valentina Longo.
Su politiche culturali a
Modugno, sul successo
della 'nuova' Fiera
del
Crocifisso inaugurata
con l'amministrazione
Magrone
e sull'importanza
delle relazioni
tra scuola e territorio.

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=ECONOMIA E UE.
CI VORREBBE KEYNES
MA E' TROPPO
DI SINISTRA=

keynes-main-photo


Ilquadro
macroeconomico

dell’Europa
dovrebbe suggerire
la ripresa di politiche economiche
poggiate sulle argomentazioni
della cosiddetta sintesi postkeynesiana.
Invece, ciò è ancora molto lontano
dall’essere preso in considerazione
dalle istituzioni europee

di  Mino Magrone

____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=LE SCELTE FISCALI DELLA GIUNTA MAGRONE PER PROTEGGERE I CETI MENO ABBIENTI=
Incontro con Dino Banchino.

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore al Bilancio dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Banchino ha parlato delle scelte fiscali fatte dalla giunta, tutte improntate all'art.53 della Costituzione italiana, per il quale il sistema tributario nel nostro Paese "è informato a criteri di progressività”.
Per questo, per il 2014 a Modugno non si è pagata la TASI, preferendo scaricare il peso maggiore della contribuzione dei cittadini sull'Irpef. Sono intervenuti Pasquale De Santis, presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, e Nicola Magrone.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA GIUNTA MAGRONE E L'AIUTO AI PIU' DEBOLI=
Incontro con Rosa Scardigno

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore ai servizi sociali dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Al centro dell'intervento dell'assessore, gli sforzi per ricostituire servizi disastrati (Ufficio di Piano, in primis), le necessità cui assolvere senza arbitrio, la descrizione di un lavoro interrotto a poco più di un anno dall'insediamento, quando avrebbe potuto dare aiuti più congrui.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
CON ITALIA GIUSTA
PER ROMPERE
L'AGGLOMERATO
DI POTERE=

logo italia giusta internet


Da queste parti
smuovere la stagnazione
di poteri è stato
un azzardo
ed una scelta
 coraggiosa.
E tuttavia la dimostrazione
che un movimento possa spezzare

un meccanismo consolidato
c'è stata.
[...] Che si possano tentare
scelte politiche limpide e nette,
l'esperienza amministrativa
modugnese ce lo insegna

di  Francesca Di Ciaula
____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA NUOVA FIERA DEL CROCIFISSO=
Incontro con Tina Luciano -
"Queste sono le ragioni e le modalità della nuova configurazione della Fiera del Crocifisso......da un lato riannodare i fili con il centro della città, dall’altro garantire la sicurezza in un sito che, oltre ad essere isolato non garantiva nemmeno l’incolumità dei visitatori".

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=I LUOGHI=

=BORGO TACCONE.
STORIA PICCOLA
DEL SUD=

taccone7


Borgo Taccone
è questo luogo
dell'assenza,
una storia mancata
di insediamenti rurali.
Eppure non riesci
ad individuare la parola fine
a questa storia.
Il borgo intero sembra piuttosto
un racconto interrotto.

di  Francesca Di Ciaula
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=IL MATTONE DI CALVINO.
60 ANNI DOPO=

Credits-LaPresse h partb


“Un sovrapporsi
geometrico di parallelepipedi
e poliedri, spigoli e lati di case,
di qua e di là, tetti, finestre,
muri ciechi per servitù contigue
con solo i finestrini smerigliati
dei gabinetti uno sopra l’altro”.

di  Nicola Sacco
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=CRISI. PER SALVARE
L'EUROPA BASTEREBBE
SVEGLIARE IL GIGANTE=

images


Una modesta
frazione

di questo gigante finanziario
narcotizzato e costretto
a stare improduttivo può,
purché l’Europa e la Germania
lo vogliano, finanziare opere
e interventi comuni di sviluppo
e crescita dell’occupazione
di lavoratori in Italia ed in Europa

di  Mino Magrone
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
LA DIGNITA' POSSIBILE=

francesca4


Questo, il sindaco
di Modugno,
Nicola Magrone,
ha insegnato nel primo anno
di amministrazione a chi
ha voluto comprendere:
a essere chiari,
a pronunciare il nome delle cose
senza timore, pubblicamente,
non in cenacoli all’ombra
di qualche interesse
che non fosse quello
di tutti i cittadini.

di  Francesca Di Ciaula

____________________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=TAMARO, IL GRANDE NEMICO
E' IL NIENTE. O LO E'
PIUTTOSTO IL NICHILISMO?=

rotoletti010


L'angoscia e il disagio
non sono soltanto
sentimenti dei giovani,
sono invece
di noi tutti
in quanto mortali
destinati a finire,
al niente

di  Mino Magrone

_______________

[Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=GUASTO A PASSAGGIO A LIVELLO MODUGNO. IL SINDACO, SITUAZIONE ASSURDA CHE SI RIPETE= 5 aprile 2014 - Dice Nicola Magrone: "Prendero' le opportune iniziative per l'attuazione puntuale di intese precise sui compiti i di Fal e Rete Ferroviaria Italiana. Quello che serve e' scongiurare ulteriori situazioni di grave pericolo".[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=“La grande bellezza”?=

la grande bellezza


Finché continua
l’umana avventura
in questa valle,
ci sarà scienza, arte,
religione
e l’apocalisse del pensiero
lasciamola ai meno dotati.
Non ci riguarda.

di  Pippo De Liso

_______________

[Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=JOBS ACT, LAVORO

SENZA DIRITTI

E SENZA DIFESE=

CGIL crisi

 
l’Europa solidifica
interessi preminenti
anche sottraendo
ai Paesi
a sovranità nazionale
le tradizioni politiche
e i documenti storici d’identità.
L’Italia è in prima fila con la cessione
della Costituzione e la fiammata
di follia collettiva del cambiamento
a tutti i costi, soprattutto in peggio

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=Per far ripartire l'Italia

non serve stravolgere

la Costituzione=

costituzione

Proposta, da parte di un attivista

di Italia Giusta, di una piccola

guida pratica, aperta a suggerimenti,

per orientarsi tra i temi

di stretta attualità politica

di  Nicola Sacco

_______________

[ Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=RACCOLTA DIFFERENZIATA A MODUGNO, SUDCRITICA INTERVISTA L'ASSESSORE = 17 marzo 2014 - Puoi seguire l'intervista anche alla pagina di Sudcritica Modugno.Tra breve, finalmente, anche a Modugno (e per l'intero Aro del quale Modugno è capofila) ci sarà un bando di gara per una vera raccolta differenziata. Con l'aiuto e la collaborazione di tutti i cittadini dovrà portare al traguardo 'rifiuti zero'. L'assessore comunale Tina Luciano spiega a Sudcritica come accadrà.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

=DISCUSSIONI=

Larroganza

della Rai

In nessun altro

Paese europeo

si assiste al pagamento

di un canone obbligatorio

a fronte di una pubblicità

invadente e accentratrice

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Il documento

alternativo

"Il sindacato

è un'altra cosa"

per il XVII Congresso

della Cgil

 

di  Pippo De Liso

__________________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Una sinistra

nata piccolo-borghese

 

di  Franco Schettini

__________________

a mio avviso il nostro “marxismo” altro non è stato che riformismo piccolo borghese, nemmeno socialdemocratico

Il 15 giugno del 1975 Pasolini scriveva, dopo le effimere vittorie delle sinistre, che “l’Italia è nel suo insieme ormai un Paese spoliticizzato, un corpo morto i cui riflessi non sono che meccanici. L’Italia cioè non sta vivendo altro che un processo di adattamento alla propria degradazione”.

[ Leggi tutto]

Contro la violenza sulle donne

MAGRONE, PALMINA E LE SUE PAROLE HANNO CAMBIATO LA MIA VITA
Casacalenda, 16 novembre 2013 - intervista di Maurizio Cavaliere. Magrone ricorda il giorno in cui palmina martinelli gli parlò in punto di morte, rivelandogli i nomi dei suoi aguzzini. La 14enne di fasano morì data alle fiamme nel novembre 1981, si era rifiutata di prostituirsi.

=LA VIOLENZA ESIBITA=

di Francesca Di Ciaula

____________________

violenza2 [ Leggi tutto]  

DON TONINO BELLO - LA COSCIENZA E IL POTERE

IL POTERE, LA LEGGE, LA COSCIENZA
Don Tonino Bello ricordato dal sindaco di Modugno, Nicola Magrone, a Mola di Bari, il 16 ottobre 2013, con l'assessore regionale Guglielmo Minervini e don Gianni De Robertis.La speranza nel patto tra deboli, se non per rovesciare il potere almeno per attenuarne l'abuso. Tornare alle origini di don Tonino Bello è tornare alle origini del nostro popolo, cioè la Costituzione. Secondo il sindaco di Modugno, oggi la costituzione non deve essere modificata.

cronache dall'interno

=IL SINDACO DI MODUGNO NICOLA MAGRONE E LA SUA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI=
26 settembre 2013 - Filmato integrale dell'incontroPer la prima volta nella vita amministrativa di Modugno, l’amministrazione parla con i cittadini in un incontro pubblico.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

Newsletter

Grazie per esserti iscritto alla newsletter di Sudcritica. Stay tuned :)
Banner

Contattaci

Da (email)
Oggetto
Inserire questo testofhcabmov
 No SPAM
   
 

Chi è online

 26 visitatori online