Home I libri di dall'Interno-Sudcritica CODICE BREVE DEL RAZZISMO FASCISTA
CODICE BREVE DEL RAZZISMO FASCISTA PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 11 Marzo 2012 13:28

CodiceBreveRazzismoFascista 

 

 

 

 

 

INDICE DEL VOLUME

Testimonianza "Mi sono persa e ritrovata" di Elisa Springer

Nota editoriale "Questa tempesta" di Mino Magrone

Premessa "Le ragioni e le intenzioni" di n. m.

 

 

di Nicola Magrone

_________________

 

Parte prima 

IL FASCISMO ALL’APPUNTAMENTO COL RAZZISMO 

  1. 16 febbraio 1938. Un sinistro ordine di silenzio sulla questione ebraica.

2. 14 luglio 1938. Il “manifesto degli scienziati fascisti”: “Le razze esistono”

3. 22 agosto 1938. Il censimento degli ebrei.

4. 7 ottobre 1938. La dichiarazione sulla razza del Gran Consiglio del fascismo: “Il problema ebraico
non è che l’aspetto metropolitano di un problema piú generale”.

Parte seconda  

LA COSTRUZIONE DELLO STATO TOTALITARIO 

  1. La presa “legale” del potere.

1.1. Lo Statuto Albertino e la timida democrazia liberale.

1.2. 23 marzo 1919: i Fasci di combattimento.

1.3. L’avventura di Fiume e la doppiezza di Mussolini.

1.4. I socialisti tra riformismo e rivoluzione.

1.5. Il Partito Nazionale Fascista. La “marcia su Roma”. Dallo Stato liberale al regime.

* Appendice. La XIII delle Disposizioni finali e transitorie della Costituzione del ’48
e la legge costituzionale del 26 ottobre 2002. L’esilio e il “rientro” dei Savoia.

 

2. Il regime.

2.1. 31 ottobre 1922. Il primo governo Mussolini. Il disfacimento della Monarchia costituzionale.

2.2. I pieni poteri a Mussolini.

2.3. L’amnistia del 22 dicembre 1922. La fine del diritto.

2.4. La censura della stampa.

2.5. La riforma elettorale del 18 novembre 1923 (“legge ) e le elezioni del 6 aprile 1924.

3. 1924-1938: Lo Stato onnivoro.

3.1. Il Parlamento in uniforme e lo “scandalo Matteotti”.

3.2. 1925: magistratura, esercito, sindacato, Statuto albertino; l’anno della resa.

3.3. 25 gennaio 1926: la cultura unica.

3.4. 4 febbraio 1926: finalmente il podestà. L’“unità di comando”.

3.5. 31 ottobre 1926: l’attentato a Mussolini, il massacro di Anteo Zamboni,
l’arresto e la condanna di Antonio Gramsci. Il Tribunale speciale.

3.6. 1926-1943: la speciale giurisprudenza del Tribunale speciale.

3.7. La magistratura ordinaria e il fascismo.

3.8. La politica giudiziaria del fascismo.

4. Nella culla del razzismo: lo Stato totalitario.

* 30 dicembre 1926: l’“era fascista”.

* 30 dicembre 1926: le mani sulle cooperative.

* Chiudono la Cgl e la Cil. Collabora l’Azione cattolica.

* 7 gennaio 1927: verso la Carta del lavoro. Il partito-sindacato.

* 21 aprile 1927: la Carta del lavoro.

* 10 novembre 1927: verso la riforma e il superamento del Parlamento.

* 2 marzo 1928: Lavoro ai fascisti.

* 14 marzo 1928: la riforma della rappresentanza politica e la fascistizzazione del Parlamento.

* Novembre 1928: lo smembramento della Confederazione dei sindacati fascisti.

* 6 dicembre 1928: la crisi del Governatorato di Roma. “Roma mussoliniana”.

* 9 dicembre 1928: l’ordinamento del Gran Consiglio. Il partito-Stato.

* 13 dicembre 1938: le province al fascismo.

* 21 gennaio 1929: il plebiscito.

* 9 aprile 1929: verso nuovi poteri al Consiglio delle Corporazioni.

* 14 dicembre 1929: il Gran Consiglio nelle mani del Duce.

* 18 dicembre 1929: il nuovo statuto del partito fascista; lo “spirito delle truppe di prima linea”.

* 8 marzo 1930: la milizia volontaria nello Stato, col “passo romano”.

* 20 marzo1930: il duce, presidente del Consiglio nazionale delle Corporazioni.

* 8 ottobre 1931: il giuramento dei professori.

* 17 novembre 1932: ancora sullo statuto del partito fascista. “Agli ordini del Duce”.

* 17 dicembre 1932: la tessera del partito; il duce in maiuscolo.

* 1° giugno 1933: al lavoro con la tessera.

* 5 febbraio 1934: le corporazioni.

* 11 aprile 1934: censimento dei podestà ebrei.

* 3 ottobre 1935: l’invasione dell’Etiopia.

* Lo Stato maturo per la svolta razzista. L’esempio paradigmatico della “questione giustizia”.

 

Parte terza  

LE RAZZE PER LEGGE 

  1. I codici mussoliniani e l’ambizione a una “Carta del diritto fascista”.

2. 5 settembre 1938. La difesa della razza nella scuola.

3. Gli ebrei stranieri (con una nota di Leonardo Rinella).

4. 17 novembre 1938: i “provvedimenti per la difesa della razza italiana”.

5. La razza, il partito, i militari.

6. Le proprietà, le industrie e i commerci dei cittadini italiani di razza ebraica.

7. E.G.E.L.I. La gestione e la liquidazione dei beni degli ebrei.

8. Dell’esercizio delle professioni da parte dei cittadini di razza ebraica.

9. Gli “ebrei non ebrei”. I cognomi ebraici. Gli studi sulla razza.

10. Le ragioni del razzismo fascista secondo il fascismo.

11. Duecento lire per farsi controllare. I bambini ebrei. Il mercato dei cognomi.

12. L’ “esclusione degli elementi ebrei dal campo dello spettacolo”.

13. Lo speciale statuto per gli “appartenenti alla razza ebraica residenti in Libia”.

14. La soluzione finale tedesca. Il razzismo della Repubblica sociale italiana.

15. Ma ancora la domanda: fu uno stato totalitario?

 

Parte quarta 

IL “TERZO IN BUONA FEDE” E LE RIPARAZIONI

  1. La “reintegrazione nei diritti civili e politici dei cittadini italiani e stranieri già dichiarati
 di razza ebraica o considerati di razza ebraica”. Le origini di una storia infinita.

2. La “reintegrazione nei diritti patrimoniali dei cittadini italiani e stranieri già dichiarati o considerati di razza ebraica”.

3. L’interminabile processo di reintegrazione dei perseguitati razziali.

4. Le “riparazioni” nelle aule di giustizia.

 

Note -  Appendice  

LE “LEGGI” RAZZIALI DEL FASCISMO.   LE LEGGI “RIPARATRICI” DELLA REPUBBLICA    

Indicazioni bibliografiche

Indice dei nomi

 

 

INDICE DEI NOMI 

A

Abramo  46 Acerbo, Giacomo  VI, 40, 47, 76, 80, 84, 339 Aga-Rossi, Elena  414 Agosti, Aldo  346, 414 Agostino  366, 421 Agricola  357, 421 Alatri, Paolo  388, 414 Albertini, Antonio 185 Alfani, Luigi  115, 117 Alfieri, Dino  3, 381 Alighieri, Dante  107 Allam, Magdi  414 Allegretti, Umberto  414 Almirante, Giorgio  381, 416 Amedeo d’Aosta  73 Amendola, Giovanni  78, 79, 92, 97, 105, 350 Amicucci, Ermanno  106, 355, 414 Angiolini, Alfredo  346 Ansaldo, Giovanni  355 Anselmi, Tina  389, 414 Antigone  140, 141 Aquarone, Alberto 303, 304, 350, 352, 356, 358, 359, 361, 362, 363, 364, 366, 387, 414 Armaroli, Paolo  339, 414 Arpinati, Leonardo  355 Augusto, imperatore  11, 12, 169, 340, 416 Azimonti, Carlo  362 Azzario, Isidoro  115

B

Badoglio, Pietro  7, 8, 314, 315, 316, 325, 334, 348, 419 Baget Bozzo, Gianni  339, 414 Balbo, Italo  71, 347, 355Bartellini Moech, Giorgetta  359, 414 Bartleby, lo scrivano  178 Bartoli, Domenico  355 Battini, Michele  390, 414 Beccaria, Cesare  123, 345 Belardelli, Giovanni  415 Bellone, Guido  356, 357 Bendini, Arturo  115, 116 Benelli, Sem  351, 355 Benjamin, Walter  XI Benvenuto, Silvio  390 Berlusconi, Silvio  9, 158, 160, 360, 362, 420 Bertoldi, Silvio  415 Bianchi d’Espinosa, Luigi  337 Bianchi, Michele  71, 347, 355 Bibolotti, Aladino  115, 117, 118 Biocca, Dario  356, 415 Black, Edwin  415, 416 Boatti, Giorgio  178, 415 Bocca, Giorgio  390, 415 Boffa, Giuseppe  415 Bonaccorsi, Arconovaldo  103 Boncompagni-Ludovisi, principe  168 Bonino, Giovanni Battista  109 Bonomi, Ivanoe  92, 316 Borghese, principe  168 Borin, Igino  115 Borraccetti, Vittorio  415 Bosniak, Sultano  381 Bottai, Giuseppe  168, 355, 366, 368 Bovone, Domenico  133 Bozzi, Aldo  5 Bracalini, Romano  415 Brancati, Vitaliano  355 Breda, Marzio  415 Brufani  64, 65, 66, 67, 347 Buffarini Guidi, Guido 208, 289, 314, 329, 385, 387 Buffoni, Francesco  115, 116 Bühler, segretario di Stato nazista  283, 288 Buonaiuti, Ernesto  178 Buozzi, Bruno 57,  346, 364 Burleigh, Michael  415 Businco, Lino  18, 381, 416 Bussotti, Flaminia  350 Buttarelli, Marina  345 Buzzati, Dino  355

C

Caccavale, Romolo  415 Cagnetta, Mariella  342, 356, 415, 416 Calamandrei, Piero  138, 139, 140, 141 Calamaro, capo gabinetto ministero interno  196 Calderoni, Roberto  349 Callisto II, papa  XVIII, XIX, 39 Campi, Alessandro  415 Canali, Mauro  353, 356, 415 Canarutto, Anna  415 Canfora, Fabrizio  415 Canfora, Luciano  35, 340, 342, 343, 356, 415, 416, 419 Canosa, Romano  390, 416 Cantucci, Antonio A.  420 Capello, Luigi  103 Cappa, Paolo 351 Capurro, Ernesto  115 Caretto, Ennio  416 Carlo Alberto  339 Carrara, Mario  178 Carretto, Giorgio Luigi  115 Cataldo, Nicola  416 Cavour, Camillo Benso, conte di  343 Cecchi, Emilio  355 Cervi, Mario  416 Cesana, Luigi  78 Cesare  169 Chabod, Federico  416 Chiappa, Vincenzo  102 Chiossone, Manlio  133 Chiesa, Eugenio  89 Chiurco, Giorgio Alberto  58, 64, 65, 67, 69, 70, 71, 344, 345, 346, 347, 348, 416 Chouraqui, Andrè  415 Ciacchi, E.  346 Ciampi, Carlo Azeglio  415 Ciampi, Francesco  388 Ciano, Galeazzo  23, 72, 314, 355 Cipriani, Lidio  18, 381, 416 Cirami, 160Clauss, Ludovico Ferdinando  381 Cobolli-Gigli  381 Cocco-Ortu, Francesco  79 Cohn, N.  343, 416 Colda (o Calda?) 362 Collotti, Enzo  416 Colombino, E.  362 Colonna, principe  168 Conso, Giovanni  339, 416 Corradini, Enrico  355 Costamagna, Carlo  181 Cremonesi, Filippo  168 Creonte  140 Crespi, Angelo  65, 416 Crispo Moncada, Francesco  68 Cristini, Guido 357, 358 Croce, Benedetto  356 Cunietti, colonnello  347

D

Dainelli, accademico d'Italia  355Dal Pont, Adriano  358, 416 D’Alema, Massimo  5, 360 D’Amelio, Mariano  185 D’Anchora, prefetto conte  68 Danese, Eugenio  355 D’Annunzio, Gabriele  58, 59 D’Aragona, Ludovico  99, 362 De Bono, Emilio  66, 71, 97, 98, 347 De Cupis, Adriano  102 De Felice, Renzo  339, 343, 348, 353, 361, 383, 416 De Francisci, Pietro  147 De Gaulle Anthonioz, Geneviève  416 De Marsanich, Augusto  355 De Mita, Ciriaco  5 De Nicola, Enrico  351 De Sanctis, Gaetano  178 De Stefani, Alberto  355 De Vecchi di Val Cismon, Cesare Maria  71, 72, 347 De Viti De Marco, Antonio  356 De Vries De Heekelingen, H.  381 Delcroix, Carlo  351 Deledda, Grazia  355 Della Maggiora, Michele  358 Della Maggiora, processo  133 Delle Piane, Mario  354, 416 Depretis,   343Di Cesarò  92 Di Crollalanza, Araldo  355 Di Revel  250, 366, 367, 368, 369, 381 Di Vittorio, Giuseppe  351 Dolci, Danilo  140 Donaggio, Arturo  18 Donati, Giuseppe  98 d’Onofrio, Francesco  339 Doria, Marina  349 Dumini, Amerigo  97

E

Eichmann, Adolf XII, 283 Eisenhower, Dwight David  419 Emanuele Filiberto  349 Ercole, Francesco  182, 364 Erminio, Fedeli  117 Errera, Giorgio  178 Evola, Julius  416

F

Fabbrucci, Virgilio  115 Fabre, Giorgio  341, 342, 416 Facci, Filippo  416 Facta, Luigi  67, 72, 75 Falcioni, Mauro  366 Farinacci, Roberto  94, 355 Farini,   343 Fattorini, Emma  416 Fedele,  Pietro  351 Fedeli, Erminio  117 Federzoni, Luigi  109, 355 Felice, prefetto di Novara  220, 228 Felicioni, fascista della marcia su Roma  66 Fermi, Enrico  XIV Ferragni, Rosolino 115, 117 Ferraresi, Franco  417 Ferrari, Enrico  115 Ferrarotto, Marinella  355, 417 Ferro, Marc  417 Fertilio, Dario  417 Finkelstein, Norman G.  417 Finzi, Roberto  417 Fiori, Giuseppe  417 Fischer, Eugenio  381 Flecchia, Vittorio  115 Forattini, Giorgio  360 Forni, Cesare  92, 97 Fossati, Ivanoe  305 Foucault, Michel  417 Franzé, nel 1922 prefetto di Perugia  65 Franzi, Leone  18, 381, 416 Franzí, Leone  18 Franzinelli, Mimmo  345, 369, 417 Freisler, segretario di stato nazista  283 Freri, Orlando  347 Frerks, Rodolfo  381 Fubini, Guido.  388, 390, 417

G

Galante Garrone, Alessandro  135, 136, 137, 138, 139, 140, 141, 146, 358, 359, 417 Galasso, Giuseppe  348, 417 Galilei, Galileo  XIV Gallavotti, Eugenio  355, 416 Gallenga, deputato fascista  66, 347 Galli Della Loggia, Ernesto  417 Galli, Giorgio  342, 344, 346, 347, 350, 352, 363, 364, 417 Gallo, Max  417 Galzerano, Giuseppe  358, 417 Ganapini, Luigi  348, 417 Garibaldi, Giuseppe  343 Gasparri, Pietro, cardinale  343 Gayda, Virginio  15 Gemelli, Agostino  44 Gentile, Emilio  347, 417 Gentile, Giovanni  341 Gentile, Maria  388, 417 Germanetto, Giovanni  115, 116 Giannini, Alberto  351 Gidoni, Bonaventura  115 Gilbert, Martin  417 Gini, Corrado  414 Giolitti, Giovanni  63, 79, 84, 92, 98, 352 Giovanni Paolo II  45, 46, 418 Giovara, prefetto di Ferrara  347 Graziano, Mariano  133 Giunta, Francesco  92, 348 Gnudi, Ennio  115, 116 Goebbels, Joseph 418 Goldhagen, Daniel Jonah  418 Goldoni, Carlo  346 Gonella, Guido  354 Gramsci, Antonio  VI, 48, 114, 115, 118, 145, 159, 357, 360, 417, 418, 419, 420 Grandi, Dino  71, 72, 156,  185, 188, 194, 355, 366, 381, 382, 417 Granzotto, Gianni  355 Gravelli, Asvero  364, 414 Graziadei  63, 89, 90 Grieco, Ruggiero  115, 116 Gronchi, Giovanni  350 Guerri, Giordano Bruno  417

H

Haffner, Sebastian  418 Heydrich, comandante nazista polizia di sicurezza  284, 286, 288 Hitler, Adolf  IX, XII, 5, 174, 316, 342, 363, 364, 416, 417, 418 Hobsbawm, Eric J.  418 Hofmann, ufficio centrale nazista della razza  283, 288 Horowitz, Daniel L.  346, 362, 364, 418 Hussein, Saddam  XVII

I

Interlandi, Telesio  381, 416 Ionna, Guglielmo  115, 116 Iotti, Nilde  5 Isnenghi, Mario  418

J

Jenninger, Philip  XVIII, 419

K

Kieerkegaard, Soren  XI Klee, Paul  XI Klinkhammer, Lutz  418 Klopfer,  comandante SS  283 Knopp, Guido  415 Kohl, Helmut  XVIII Koumaris, Giovanni G.  381 Kritzinger, cancelleria del Reich 283 Kuby, Erich  418

L

Landra, Guido  18, 381, 416Lange, comandante nazista polizia di sicurezza  283 Lantini, Ferruccio  250, 381Lanzillo, Agostino  57, 346, 418 Lanzmann, Claude  418 Lavagna,   206, 418 Lazzari, Costantino  89 Le Pera, Antonio 272, 387 Lehner, Giancarlo  418 Leibbrandt, ministero nazista per i territori occupati  283 Lenin, Vladimir Ilic  175 Leonardo da Vinci  107 Leonetti, Alfonso  358, 416 Lepre, Aurelio  419 Levi Della Vida, Giorgio  178 Levi, Lia  418 Lex, Alma  117 Lombardi, Giorgio  387 Lorenzetti, Stefano  359, 418 Lucetti, Gino  133 Luther, segretario di Stato nazista  283 Luzzatto, Fabio  178

M

Maccanico, Antonio  158 Mack Smith, Denis  421 Maffi, Fabrizio  115 Maggiore, Giuseppe.  365, 418 Maglione, Giovanni Battista  362 Magrini, console  69 Magrone, Mino  V, XI Magrone, Nicola  I, X, 196, 339, 343, 348, 349, 354, 358, 362, 363, 365, 418, 420 Maiello, Pasquale  358, 416 Majorana, Ettore  XIV Malaparte, Curzio  355 Mammarella, Giuseppe  418 Manaresi, Angelo deputato  119 Manca, Eugenio  420 Mancini,  250, 366, 368, 369 Mannucci, Enrico  419 Manzi, Irene  349, 419 Marcello  169 Marchioro, Domenico  115 Marconi, Guglielmo  341 Marinelli, Giovanni  97 Marongiu, Antonio  185, 365, 419 Marpicati, Arturo  355 Marro, Enrico  340, 419 Martinetti, Filippo  355 Martinetti, Piero  178 Martire, Egilberto  351 Massenzio  169 Mastromattei, fascista della marcia su Roma  65, 66 Matteotti, Giacomo  VI, 24, 47, 62, 77, 78, 92, 97, 98, 99, 351, 352, 353, 421, 425 Matteotti, Matteo  352, 353 Mauri, deputato antifascista  79 Mazzetti, Roberto  343, 419 Mazzini, Giuseppe  343 Melograni, Luisa  420 Melville, Hermann  178 Meneghetti, Egidio  143 Meregazzi, Renzo  361, 419 Messina, Dino  419 Meyer, ministero nazista per i territori occupati  283, 288 Mezzasoma, ministro fascista della cultura popolare  297, 385 Michelotti, Andrea  115, 118 Michels, Robert  175 Mieli, Renato  419 Minniti, questore  66 Minoici, Nicola  381 Mira, Giovanni  420 Misuri, Alfredo  97 Modigliani, Giuseppe Emanuele 78, 79 Molinelli, Guido  115 Monelli, Paolo  150 Montandon, Giorgio  381 Montanelli, Indro  355 Montemaggiori, Amerigo  419 Monti, Giuseppina  117 Morandi, Carlo  346, 419 Mortola, ammiraglio  69 Mosca, Gaetano  104, 175, 354, 416 Mosse, George L.  419 Müller, comandante SS  283 Mussolini, Benito V, VI, 6, 7, 8, 14, 20, 23, 24, 40, 44, 47, 48, 52, 55, 56, 57, 58, 59, 61, 63, 64, 67, 70, 72, 75, 76, 77, 78, 79, 84, 85, 90, 91, 92, 93, 94, 95, 97, 98, 101, 103, 106, 107, 113,
114, 116, 120, 121,122, 133, 134, 148, 151, 166, 169, 171, 175, 176, 177, 182, 183, 198, 250, 269, 297, 305, 309, 314, 315, 316, 340, 341, 343, 345, 346, 347, 350, 352,
353, 355, 358, 364, 366, 367, 368, 369, 381, 382, 384, 385, 387, 414, 415, 416, 417, 419, 420, 421 Mussolini, Arnaldo  352, 355, 380, 421Mussolini, Vito  355

N

Nadalini, colonnello comandante di Presidio militare  69 Natoli, Aldo  419 Negri, Ada  355 Neppi Modona, Guido  142, 155, 156, 185, 359, 360, 361, 362, 365, 419 Neumann, segretario di stato nazista  283, 288 Newton, Isaac  XIV Nicola, Giovanni  115 Nigrisoli, Bartolo  178 Nofri, Gregorio  77 Novelli, Silverio  419 Nutrizio, Nino  355

O

Oliva, Gianni  419 Olivetti, Gino Jacopo  24, 342 Ondei, magistrato  337 Orano, Paolo  342, 367, 419 Orlando, Vittorio Emanuele  77, 79, 98, 351, 352, 356

P

Palombarini, Giovanni  419 Paloscia, Annibale  419 Pansa, Giampaolo  419 Panunzio, Sergio  355, 364, 419 Pareto, Vilfredo  175 Paris, Robert  419 Patti, Ercole  355 Pavan, Ilaria  340, 388, 390, 419, 421 Pavese, Giulia  354, 418, 420 Pavolini, Alessandro  355, 382 Pellegrini, Edgardo  419, 297, 302, 385, 386 Pende, Nicola  18 Perelli, Luciano  419 Perfetti, Francesco  419 Perna, Corrado  362, 419 Petacco, Arrigo  419 Piccinini, Antonio 351 Pieghetti, fascista della marcia su Roma  65 Pinochet, Augusto  XVII Pio XI  41, 42, 43 Piovene, Guido  355 Pirani, Mario  XIX, 419 Pisenti,Pietro  297, 384, 385, 386 Pizzorusso, Alessandro  340, 359, 419 Polverelli, Gaetano  355 Porzio, Giovanni  351 Pound, Ezra  36 Presti, Giovanni  358 Preziosi, Giovanni  23, 36, 418, 419 Prezzolini, Giuseppe  420 Procacci, Giuliano  420 Pusterla, Anita  115

Q

Quazza, Guido  359, 419

R

Ravazzoli, Ettore  115 Ravazzoli, Paolo  115, 116 Ravera, Camilla  115, 116Razza, Luigi  355 Rebuffa, Giorgio  339, 420 Reina, Ettore 362 Rendi, processo  133 Rendina, Massimo  420 Riboldi,  Ezio  115 Ricchini, Carlo  420 Ricci, Marcello  18, 381, 416 Rigola, Rinaldo  362 Rinella, Leonardo I, 189, 206 362, 420 Rizzoni, Giovanni  340, 420 Rocco, Alfredo  112, 114, 119, 120, 121, 122, 143, 147, 163, 166, 181, 355, 356 Rodinò, ministro popolare della giustizia nel 1° governo Mussolini  360 Romano, Sergio  35, 420 Roselli, Floro  116, 356, 358, 420 Rosenberg, Arthur  420 Rossetti,Giorgina 133 Rossi, Cesare  97, 98 Rossi, Ernesto  43, 343, 344, 358, 420 Rossi, Gianni Scipione  420 Rossoni, Edmondo  355, 381 Roth, Joseph  XIX, 350, 420 Roveda, Giovanni  115 Ruffini, Edoardo  178 Ruffini, Francesco  178 Rusconi, Gian Enrico  420 Russo, Giovanni  420

S

S.Basilio  169 Sabatini  205, 420 Saitta, Armando  344, 350, 420 Salandra, Antonio  72, 92, 98, 351 Salvadori, Massimo L.  420 Salvaggiulo, Giuseppe  420 Salvatorelli, Luigi  420 Salvatori, Luigi  115 Salvemini, Gaetano  358 Salvini, Ascanio  117 Sanna, generale  68 Santa Maria degli Angeli  349 Santa Maria del Soccorso  169 Santucci, Antonio  420 Saracini, Eugenio  45, 420 Sarfatti, Michele  22, 339, 340, 341, 342, 364, 367, 386, 397, 421 Savoia  VI, 47, 72, 73, 74, 349, 350 Savoia, Maria José  72, 74 Savorgnan, Franco  18 Sbardellotto, Angelo  133, 417 Scalfaro, Oscar Luigi  414 Scali, Ilio  115 Schirru, Michele  358 Schöngarth, comandante SS  283 Schucht, Eugenia  419 Schucht, Julia  419 Schucht, Tania  419 Schulze, Hagen  421 Schwarz, Guri  340, 388, 390, 419, 421 Schwarzenberg, Claudio  350, 351, 352, 362, 363, 364, 366, 421 Scoccimarro, Mauro  115 Scorza, Carlo  355 Senise, Carmine 387 Sera, Gioacchino  341, 421 Sergi, Sergio  420 Seton-Watson, Cristopher  351, 352, 421 Setta, Sandro  421 Sgarbi, Vittorio  421 Silone, Ignazio  53, 55, 58, 64, 344, 345, 346, 347, 348, 350, 352, 356, 357, 415, 421 Silvestri, v. Silone  352, 356, 415 Sironi, Mario  421 Skerlj, Bozo  381 Smiderle, Marino  421 Socci, Antonio  421 Sofsky, Wolfgang  421 Solmi, Arrigo  250, 351, 366, 367, 368, 369, 381 Spada Veralli Potenziani, principe  168 Spadoni, Bruno  358 Spriano, Paolo  420, 421 Springer, Elisa  V, IX, X Staglieno, Marcello  352, 353, 421 Stalin, Josip Visarionovic 415,  419, 421 Starace, Achille  179, 381 Staudacher, Vittorio  143, 359, 418 Stefanini, Giacomo  115 Strada, Gino  359, 418 Stuckart, segretario di stato nazista  283, 288 Sturzo, Luigi  345 Susmel, Duilio  305, 345, 355, 421 Susmel, Edoardo  305, 345, 355, 421

T

Tacito  36, 120, 357, 421 Taddei, Paolino  67 Taguieff, Pierre-Andrè  36 Tedeschi, Abramo  327 Teodori, Massimo  421 Terni, Tullio  143 Terracini, Umberto  115, 117 Tettamanti, Battista  115 Todorov, Tzvetan  421 Togliatti, Palmiro  115, 116, 144, 145, 334, 343, 360, 390, 415, 419, 421 Tommaso D’Aquino  107, 123 Torno, Armando  366, 421 Toscano, Mario  335, 388, 389, 390, 421 Tournoud, Andrea  366, 397, 422 Tranquilli, v. Silone  357, 415 Travaglio, Giovanni  217 Treccani, Giovanni  341 Turati, Augusto  355 Turati, Filippo  62, 77, 86, 88, 346, 421 Turi, Gianandrea  419 Tyszkiewicz, Ladislao  381

U

Umberto II  72, 73, 74

V

Vacca, Giuseppe  421 Valdesi, Gino  76 Valentino, Paolo  421 Vella, Arturo 351 Veneruso, Danilo  351, 422 Venturi, Lionello  178 Vidal-Naquet, Pierre  422 Villari, Lucio  422 Vinciguerra, Mario 133 Viola, Paolo  70, 348, 422 Visco, Franco  18 Vita, Arrigo  328 Vitellio  357 Vittorelli, Paolo  358, 422 Vittorio Emanuele III  72, 73, 75, 76, 148, 201, 202, 206, 208, 229, 232, 250, 251, 260, 262, 264, 271, 275, 283, 334, 366, 367, 368, 369, 381, 382, 415 Vittorio Emanuele IV  349 Volpe, Gioacchino  341, 351, 422 Volterra, Vito  178

W

Weber, Max  175 Weil, Simone  357, 422 Winkler, Heinrich August  420, 422 Wippermann, Wolfang  415 Woller, H. 390, 422

Z

Zagaria, Clara  I, 345, 421 Zamboni, Anteo  VI, 48, 114, 119 Zamboni, Orfeo  115, 118 Zamboni, processo  133 Zaniboni, Tito  103 Zavattari, Edoardo  19 Zerbino, ministro fascista dell’interno  297 Zerboglio, Adolfo  54, 345, 422 Zibordi, Giovanni  345, 422 Zocchi, Lino  358, 416

 

NE HANNO SCRITTO, TRA GLI ALTRI

 

SHALOMmensile ebraico di informazione e cultura

 

" DI RARA ECCELLENZA"

"Codice breve del razzismo fascista di Nicola Magrone (edizioni dall’Interno Sudcritica) è un volume di rara importanza e dico rara: scritto da un giudice che non ha voluto farsi storico, come lui stesso ha scritto nella prefazione, ma che ha voluto dare una testimonianza di alto livello e di grande competenza e umanità ma che aggiunge:

" ... Ma, ad essere sinceri le ragioni del libro non stanno tutte qui: stanno anche nella ormai insopportabile china presa dal dibattito anche scientifico sui regimi totalitari: contabili inflessibili vanno con accanimento investigativo ‘quantificando’ vittime e carnefici, se ne fece più il fascismo dello stalinismo, più Pinochet dei colonnelli greci o di Saddam Hussein o dei mille regimi autoritari che ancora agiscono sui popoli ”.

Questo libro rigoroso è diviso in quattro parti. La prima: il fascismo all’appuntamento con il razzismo; La seconda: la costruzione dello stato totalitario. La terza: le razze per legge. La quarta: il “terzo” in buona fede e le riparazioni. Infine, le leggi razziali del fascismo e le leggi riparatrici della Repubblica. Da aggiungere che il contributo volontario per ogni copia di questo volume che si auspica in dieci euro è dato alla Fondazione Popoli & Costituzioni per iniziative in difesa della Costituzione Italiana. Ecco l’indirizzo: Edizioni dall’INTERNO Sudcritica via Santa Caterina 70026 Modugno (Bari). Di rara eccellenza."

 

CORRIERE DELLA SERA

" Una poderosa ricerca, un rigorosa indagine su come sia potuto accadere "

 " Una incredibile finzione giuridica, che di giuridico non ha nulla e che smonta la celebrata sistematicità e profondità dei giuristi fascisti", scrive Nicola Magrone, autore di
Codice breve del razzismo fascista, una poderosa ricerca basata sugli atti ufficiali del Regime - leggi, decreti, regolamenti, atti amministrativi, sentenze - per capire attraverso una
rigorosa indagine normativa (Magrone è un magistrato) come sia potuto accadere. E soprattutto come sia stato possibile che anche dopo la caduta del fascismo agli ebrei gettati sul
lastrico nemmeno le leggi e i Tribunali della repubblica abbiano riconosciuto una giusta riparazione. Carlo Vulpio  "

 

 

www.popoliecostituzioni.it 

L’attività di ricerca, di direzione, di redazione e ogni altra forma di collaborazione per l’attività della Fondazione onlus Popoli & Costituzion è resa del tutto volontaristicamente, gratuitamente e senza alcun rimborso di spese. Ogni contributo volontario è dato alla Fondazione Popoli & Costituzioni per iniziative - con specifica attenzione al mondo della scuola - in difesa della Costituzione italiana del 1948. La Fondazione è completamente finanziata dai soci, dai collaboratori della rivista Sudcritica e da quanti sono vicini alla Convenzione per Italia Giusta secondo la Costituzione. Per questo volume, la Fondazione suggerisce un contributo di 10 euro (più 1 euro per spese postali). Ogni euro di contributo in piú  consente di inviare gratis materiale scientifico ad una scuola, ad una biblioteca, ad un carcere, ad una comunità terapeutica, ad un circolo culturale, ad un’associazione di volontariato. Nessun soggetto economico pubblico o privato sostiene apertamente o segretamente l’iniziativa. Semmai, la scoraggia. Se un aiuto ci venisse, daremmo subito conto dell’evento straordinario.

 

Fondazione onlus Popoli & Costituzioni
via Santa Caterina 6  - 70026 Modugno, Bari  tel.fax 080.5327100
conto corrente postale n. 34848416 intestato a Fondazione onlus Popoli & Costituzioni - C.F. 93275330723

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Marzo 2012 17:09
 

Sudcritica Flash

==MARIO MARANGI, PER L'EXTRAVERGINE DI PUGLIA 'CREARE RETE' TRA I PRODUTTORI=Le ‪‎difficoltà‬ ma anche le grandi ‪opportunità‬ dei ‪‎produttori‬ ‪‎oleari‬ che puntano all'‪‎innovazione‬ e alla ‪‎qualità‬, in ‪Puglia‬ come a Modugno‬.
‪‎Investire‬ nell'‪olivicoltura‬ significa anche ‪valorizzare‬ il ‪territorio‬ e il tessuto‬ ‪sociale‬.
Ecco le ‪sfide‬ che affrontiamo noi ‪giovani‬ ‪‎imprenditori‬ ‎agricoli‬.
[v.in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=IL COMUNE DI MODUGNO ABBATTE IL 'MURO'. LO ACQUISTO' COME OPERA D'ARTE, LO DISTRUGGE COME BAGNO FATISCENTE=
di Francesca Di Ciaula.Il 2 febbraio scorso, in piazza Romita Vescovo, un tempo adibita a mercato del pesce, sono iniziati i lavori di demolizione della parete adiacente ai bagni pubblici.
La motivazione è presto detta: sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità, fatiscenza delle strutture. Il tutto per una spesa di 35 000,00 €.
La parete ricoperta di marmo nero, fu costruita a ridosso della chiesa seicentesca delle Monacelle in pieno centro storico, per nascondere un bagno pubblico, alla vista di chi sostava nella piazzetta. Una visione dai contrasti indicibili. Un monolite scuro e dietro la parete chiara dell'antica chiesetta. L'antico e il nuovo, maldestro tentativo di dare dignità al piastrellato che ha invaso il paese, eppure opera pubblica. La modernità imposta per capriccio o arbitrio, il marmo contro la pietra povera antica. Oggi ulteriore denaro pubblico è stato impiegato per distruggere quel manufatto a nessuno mai piaciuto per la sua manifesta volgarità.

[v.leggi tutto in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=ITALIA GIUSTA, IL COMUNE DI MODUGNO BLOCCHI LO 'SFRATTO' DELL’ISTITUTO DEL NASTRO AZZURRO=
di Tina Luciano.

Il movimento Italia Giusta secondo la Costituzione sollecita il Commissario prefettizio a Modugno perché blocchi lo ‘sfratto’ dell’Istituto Nastro Azzurro fino a quando sarà pronta la nuova sede ad esso destinata, in locali comunali che oggi ospitano i Servizi sociali.Il Museo e le Associazioni combattentistiche raccolte nell’Istituto custodiscono oggi le poche tracce esistenti di una memoria collettiva di Modugno, perse le quali va definitivamente in frantumi l’identità dell’intera città.
Un luogo della memoria va protetto e tutelato: insistere nel volerlo ‘sfrattare’ ha il sapore iconoclasta della provocazione, del voler far apparire come insensibile al bene pubblico una pubblica amministrazione che deve invece avere a cuore unicamente le esigenze sociali.

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CONSUMO DI SUOLO E COMUNITA' SENZA IDENTITA'. INCONTRO CON GIUSEPPE MILANO=
Il 23 gennaio 2015. Sono intervenuti Pasquale De Santis e Nicola Magrone."Contro il mostruoso consumo di suolo in tutta Italia, serve una mobilitazione dei cittadini, una coscientizzazione che ci faccia capire che la cementificazione costante ha un forte impatto sociale, significa alienazione, perdita di coesione della comunità, significa che non esiste più un'identità delle nostre città. Sentiamo spesso dire che si vuole 'costruire il futuro': ma lo si dice a vuoto, mentre si perpetuano questi atteggiamenti di noncuranza e di malapolitica. Costruire il futuro significa cominciare a far le cose per bene ogni giorno nelle nostre città. Quel che è successo a Modugno lo sapete voi, non ho titolo per parlarne ma parlano i fatti. Basta col dire che edilizia e urbanistica vanno visti come motore dello sviluppo, se poi sappiamo che servono per creare solo lo sviluppo di pochi... basta!"

Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=SOVRANITA' NAZIONALE
MONETARIA
E DEBITO PUBBLICO=

Serafino Pulcini/
Mino Magrone

Monete-antiche-riportate-alla-luce-in-uno-scavo-archeologico


_________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON GIUSEPPE DI CIAULA=
Il 9 gennaio 2015. Coordinamento, formazione, esercitazioni, sicurezza sono i cardini di una buona protezione civile.Fondamentale un piano dettagliato di intervento, con volontari professionali i quali - quando dovessero verificarsi emergenze - sanno che fare ma non usurpano i compiti dei professionisti. Partecipano il presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, Pasquale De Santis, e Francesca Di Ciaula, della segreteria del movimento.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON WILLIAM FORMICOLA=
Il 12 dicembre 2014, su ''Stato di salute del territorio italiano e ruolo della protezione civile''.Al centro dell'intervento, le azioni che gli amministratori devono compiere per prevenire, e per intervenire nel verificarsi di emergenze; gli effetti della mano dell'uomo sull'aggravamento dei rischi, i pericoli legati al consumo del territorio e al costruire senza regole. E' intervenuto il presidente di Italia Giusta, Pasquale De Santis.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[in Sudcritica Modugno]

=POLITICA E CONSENSO=

=LA POLITICA
DELLE LOCUSTE=

locuste-madagascar


se si vuole tentare
un recupero
delle regole
che tutelino tutti,

bisognerà scontentare
i gruppetti di interesse
che si concentrano come locuste
intorno al patrimonio pubblico

di  Tina Luciano
__________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CULTURA, SCUOLA E
TERRITORIO E LA 'NUOVA'
FIERA DEL CROCIFISSO
A MODUGNO=

seminario IG di ciaula longo lobaccaro

Per i Seminari di Italia Giusta
secondo la Costituzione,
incontro - il 21 novembre 2014 -
col musicista dei Radiodervish
Michele Lobaccaro
e con Francesca Di Ciaula
e Valentina Longo.
Su politiche culturali a
Modugno, sul successo
della 'nuova' Fiera
del
Crocifisso inaugurata
con l'amministrazione
Magrone
e sull'importanza
delle relazioni
tra scuola e territorio.

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=ECONOMIA E UE.
CI VORREBBE KEYNES
MA E' TROPPO
DI SINISTRA=

keynes-main-photo


Ilquadro
macroeconomico

dell’Europa
dovrebbe suggerire
la ripresa di politiche economiche
poggiate sulle argomentazioni
della cosiddetta sintesi postkeynesiana.
Invece, ciò è ancora molto lontano
dall’essere preso in considerazione
dalle istituzioni europee

di  Mino Magrone

____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=LE SCELTE FISCALI DELLA GIUNTA MAGRONE PER PROTEGGERE I CETI MENO ABBIENTI=
Incontro con Dino Banchino.

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore al Bilancio dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Banchino ha parlato delle scelte fiscali fatte dalla giunta, tutte improntate all'art.53 della Costituzione italiana, per il quale il sistema tributario nel nostro Paese "è informato a criteri di progressività”.
Per questo, per il 2014 a Modugno non si è pagata la TASI, preferendo scaricare il peso maggiore della contribuzione dei cittadini sull'Irpef. Sono intervenuti Pasquale De Santis, presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, e Nicola Magrone.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA GIUNTA MAGRONE E L'AIUTO AI PIU' DEBOLI=
Incontro con Rosa Scardigno

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore ai servizi sociali dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Al centro dell'intervento dell'assessore, gli sforzi per ricostituire servizi disastrati (Ufficio di Piano, in primis), le necessità cui assolvere senza arbitrio, la descrizione di un lavoro interrotto a poco più di un anno dall'insediamento, quando avrebbe potuto dare aiuti più congrui.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
CON ITALIA GIUSTA
PER ROMPERE
L'AGGLOMERATO
DI POTERE=

logo italia giusta internet


Da queste parti
smuovere la stagnazione
di poteri è stato
un azzardo
ed una scelta
 coraggiosa.
E tuttavia la dimostrazione
che un movimento possa spezzare

un meccanismo consolidato
c'è stata.
[...] Che si possano tentare
scelte politiche limpide e nette,
l'esperienza amministrativa
modugnese ce lo insegna

di  Francesca Di Ciaula
____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA NUOVA FIERA DEL CROCIFISSO=
Incontro con Tina Luciano -
"Queste sono le ragioni e le modalità della nuova configurazione della Fiera del Crocifisso......da un lato riannodare i fili con il centro della città, dall’altro garantire la sicurezza in un sito che, oltre ad essere isolato non garantiva nemmeno l’incolumità dei visitatori".

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=I LUOGHI=

=BORGO TACCONE.
STORIA PICCOLA
DEL SUD=

taccone7


Borgo Taccone
è questo luogo
dell'assenza,
una storia mancata
di insediamenti rurali.
Eppure non riesci
ad individuare la parola fine
a questa storia.
Il borgo intero sembra piuttosto
un racconto interrotto.

di  Francesca Di Ciaula
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=IL MATTONE DI CALVINO.
60 ANNI DOPO=

Credits-LaPresse h partb


“Un sovrapporsi
geometrico di parallelepipedi
e poliedri, spigoli e lati di case,
di qua e di là, tetti, finestre,
muri ciechi per servitù contigue
con solo i finestrini smerigliati
dei gabinetti uno sopra l’altro”.

di  Nicola Sacco
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=CRISI. PER SALVARE
L'EUROPA BASTEREBBE
SVEGLIARE IL GIGANTE=

images


Una modesta
frazione

di questo gigante finanziario
narcotizzato e costretto
a stare improduttivo può,
purché l’Europa e la Germania
lo vogliano, finanziare opere
e interventi comuni di sviluppo
e crescita dell’occupazione
di lavoratori in Italia ed in Europa

di  Mino Magrone
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
LA DIGNITA' POSSIBILE=

francesca4


Questo, il sindaco
di Modugno,
Nicola Magrone,
ha insegnato nel primo anno
di amministrazione a chi
ha voluto comprendere:
a essere chiari,
a pronunciare il nome delle cose
senza timore, pubblicamente,
non in cenacoli all’ombra
di qualche interesse
che non fosse quello
di tutti i cittadini.

di  Francesca Di Ciaula

____________________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=TAMARO, IL GRANDE NEMICO
E' IL NIENTE. O LO E'
PIUTTOSTO IL NICHILISMO?=

rotoletti010


L'angoscia e il disagio
non sono soltanto
sentimenti dei giovani,
sono invece
di noi tutti
in quanto mortali
destinati a finire,
al niente

di  Mino Magrone

_______________

[Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=GUASTO A PASSAGGIO A LIVELLO MODUGNO. IL SINDACO, SITUAZIONE ASSURDA CHE SI RIPETE= 5 aprile 2014 - Dice Nicola Magrone: "Prendero' le opportune iniziative per l'attuazione puntuale di intese precise sui compiti i di Fal e Rete Ferroviaria Italiana. Quello che serve e' scongiurare ulteriori situazioni di grave pericolo".[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=“La grande bellezza”?=

la grande bellezza


Finché continua
l’umana avventura
in questa valle,
ci sarà scienza, arte,
religione
e l’apocalisse del pensiero
lasciamola ai meno dotati.
Non ci riguarda.

di  Pippo De Liso

_______________

[Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=JOBS ACT, LAVORO

SENZA DIRITTI

E SENZA DIFESE=

CGIL crisi

 
l’Europa solidifica
interessi preminenti
anche sottraendo
ai Paesi
a sovranità nazionale
le tradizioni politiche
e i documenti storici d’identità.
L’Italia è in prima fila con la cessione
della Costituzione e la fiammata
di follia collettiva del cambiamento
a tutti i costi, soprattutto in peggio

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=Per far ripartire l'Italia

non serve stravolgere

la Costituzione=

costituzione

Proposta, da parte di un attivista

di Italia Giusta, di una piccola

guida pratica, aperta a suggerimenti,

per orientarsi tra i temi

di stretta attualità politica

di  Nicola Sacco

_______________

[ Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=RACCOLTA DIFFERENZIATA A MODUGNO, SUDCRITICA INTERVISTA L'ASSESSORE = 17 marzo 2014 - Puoi seguire l'intervista anche alla pagina di Sudcritica Modugno.Tra breve, finalmente, anche a Modugno (e per l'intero Aro del quale Modugno è capofila) ci sarà un bando di gara per una vera raccolta differenziata. Con l'aiuto e la collaborazione di tutti i cittadini dovrà portare al traguardo 'rifiuti zero'. L'assessore comunale Tina Luciano spiega a Sudcritica come accadrà.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

=DISCUSSIONI=

Larroganza

della Rai

In nessun altro

Paese europeo

si assiste al pagamento

di un canone obbligatorio

a fronte di una pubblicità

invadente e accentratrice

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Il documento

alternativo

"Il sindacato

è un'altra cosa"

per il XVII Congresso

della Cgil

 

di  Pippo De Liso

__________________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Una sinistra

nata piccolo-borghese

 

di  Franco Schettini

__________________

a mio avviso il nostro “marxismo” altro non è stato che riformismo piccolo borghese, nemmeno socialdemocratico

Il 15 giugno del 1975 Pasolini scriveva, dopo le effimere vittorie delle sinistre, che “l’Italia è nel suo insieme ormai un Paese spoliticizzato, un corpo morto i cui riflessi non sono che meccanici. L’Italia cioè non sta vivendo altro che un processo di adattamento alla propria degradazione”.

[ Leggi tutto]

Contro la violenza sulle donne

MAGRONE, PALMINA E LE SUE PAROLE HANNO CAMBIATO LA MIA VITA
Casacalenda, 16 novembre 2013 - intervista di Maurizio Cavaliere. Magrone ricorda il giorno in cui palmina martinelli gli parlò in punto di morte, rivelandogli i nomi dei suoi aguzzini. La 14enne di fasano morì data alle fiamme nel novembre 1981, si era rifiutata di prostituirsi.

=LA VIOLENZA ESIBITA=

di Francesca Di Ciaula

____________________

violenza2 [ Leggi tutto]  

DON TONINO BELLO - LA COSCIENZA E IL POTERE

IL POTERE, LA LEGGE, LA COSCIENZA
Don Tonino Bello ricordato dal sindaco di Modugno, Nicola Magrone, a Mola di Bari, il 16 ottobre 2013, con l'assessore regionale Guglielmo Minervini e don Gianni De Robertis.La speranza nel patto tra deboli, se non per rovesciare il potere almeno per attenuarne l'abuso. Tornare alle origini di don Tonino Bello è tornare alle origini del nostro popolo, cioè la Costituzione. Secondo il sindaco di Modugno, oggi la costituzione non deve essere modificata.

cronache dall'interno

=IL SINDACO DI MODUGNO NICOLA MAGRONE E LA SUA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI=
26 settembre 2013 - Filmato integrale dell'incontroPer la prima volta nella vita amministrativa di Modugno, l’amministrazione parla con i cittadini in un incontro pubblico.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

Newsletter

Grazie per esserti iscritto alla newsletter di Sudcritica. Stay tuned :)
Banner

Contattaci

Da (email)
Oggetto
Inserire questo testoymxgimcx
 No SPAM